Il paesaggio dentro

13 aprile 2017

Un forte legame con il territorio friulano. Un vino che rispecchia la grande personalità del fondatore coniugando insieme forza ed eleganza. Luxoro per il progetto “Etichetta Luxoro 2017” ha scelto di nobilitare Illivio della cantina Livio Felluga, stringendo una forte collaborazione con Mario Di Paolo, direttore artistico della boutique creativa Spazio Di Paolo, ed Eurostampa, l’importante industria grafica piemontese.

L’obiettivo era reinterpretare l’etichetta destinata ad impreziosire la bottiglia di vino bianco della cantina Felluga dedicata nel 1998 dai figli del fondatore al padre per l’85° compleanno, il risultato è stata una creazione di grande impatto che prende il nome di “Il paesaggio dentro”. 

“Il paesaggio dentro” è un’etichetta sovrapposta ad un’altra che dà vita ad un magico gioco comunicativo rimanendo fedele ad elementi simbolici della tradizione di Livio Felluga, come la cartina dei colli friulani che è diventata simbolo iconico della cantina per sottolineare il fortissimo amore per il territorio.  La prima etichetta, appare subito osservando la bottiglia, e consiste in una pregiata carta white cotton sul quale appaiono in rilievo i contorni del territorio impreziositi da una splendida cornice dorata. Sollevando l’etichetta grazie ad un lembo si rivela la seconda etichetta composta da un brillante specchio dorato sul quale fluttua il fregio della cantina composto da rilievi delicati che fanno da cornice al prezioso marchio di vino. 

Ed ecco che le due etichette sembrano giocare tra di loro: i delicati rilievi sul fronte della prima etichetta in realtà celano all’interno la vera cartina stampata all’incontrario che appare riflessa sullo specchio dorato della seconda creando un sorprendente effetto che irradia di luce chi lo sta osservando. 

“Con questo progetto siamo riusciti a dissolvere i canoni consueti delle etichette abbinando i valori iconici del vino ai valori evocativi del progetto” afferma Jana kokrhanek, Amministratore delegato di Luxoro. Il concept prende forma dallo studio dell’oro, colore ultraterreno, sinonimo di luce e spiritualità che è la rappresentazione dell’energia, di quella forza misteriosa e invisibile che proviene dal divino ma abita in tutte le cose, e dallo specchio che si rifà al tema filosofico del doppio, legati all’universo alternativo fatto di bellezza e divinazione. Come ha scritto la nota critica d’arte Cecilia Casorati “È proprio grazie alla capacità di riflessione dello specchio che il paesaggio appare: da leggera traccia bianca diventa immagine che, riflettendosi sulla superficie dorata, si divide e, insieme si moltiplica.”

 

Specifiche tecniche foil e lavorazioni etichetta “Il Paesaggio Dentro”: