Un bracciale di luce e materia per la collezione Bisol Private

13 settembre 2016

La cantina Bisol, nata nel lontano 1542, fortemente legata al territorio di Valdobbiadene e azienda che ha decisamente contribuito alla storia del Prosecco, ha creato una nuova serie speciale, Collezione Private, destinata a riunire quattro espressioni dell’eccellenza del Prosecco Superiore: Garnei, Relio, Noso e Cartizze.

Per questa Collezione speciale, per esaltarne l’espressione anche in termini estetici, Bisol ha scelto di vestire le bottiglie con eleganza e stile. Le quattro bottiglie sono avvolte con quattro “bracciali”, tutti realizzati con foil e cliché Luxoro-Kurz, sintesi di un minimalismo dalla bellezza unica e da una luce e una tattilità esclusiva.
 

Premio Miglior Etichetta con Miglior Vino
Contenuto e contenitore di qualità ed eccellenza. Un binomio che ha consentito a Bisol di vincere il premio Miglior Etichetta con Miglior Vino all’ultima edizione degli Oscar del Vino, l’evento più elegante del mondo del vino organizzato da Franco Maria Ricci e giunto quest’anno alla diciottesima edizione.  Il premio è stato assegnato al Conegliano Valdobbiadene Superiore di Cartizze Private 2013.

Se è vero che un vino s’inizia a bere con gli occhi, è importante che un’etichetta dia la percezione del contenuto della bottiglia e crei l’aspettativa della sua degustazione. Nel caso di Bisol Cartizze Private 2013, la preziosità del prodotto è espressa alla perfezione dal colore dorato e dalla superficie screziata dell’etichetta. L’idea che si genera del vino è quella di una materia preziosa, autentica, ottenuta grazie alla passione e al lavoro esperto di mani sapienti.